Cosa faresti se fossi presidente per un giorno?

Principale Politica

Il 3 novembre, gli americani si recheranno alle urne e manderanno Joe Biden o Donald Trump alla Casa Bianca. Milioni di persone hanno già esercitato i loro diritti tramite posta in numero record. In Dazed questa settimana, abbiamo sentito da adolescenti di tutti gli Stati Uniti - entrambi disillusi e galvanizzati, ma pronti a combattere - che rappresentano una generazione questo si sta rivelando a frotte , stimolato da questioni che vanno dal cambiamento climatico alla questione della vita nera e ai diritti riproduttivi. Siamo anche ascoltati dai più emarginati, i carcerati che non avranno voce in capitolo e lo stato delle cose negli stati cardine delle elezioni.





Cifre provenienti da cultura, moda, politica, attivismo e enclave di Internet oggi su Dazed ci dicono cosa farebbero se fossero presidente per un giorno. Quali problemi influenzano la loro scelta alle urne? Qual è, credono, lo stato del sogno americano in un mondo segnato da pandemia, disuguaglianza razziale e polarizzazione politica? Brooke Candy parla della depenalizzazione del lavoro sessuale e Shea Couleé ordina le riparazioni, mentre Aminé arresta i poliziotti che hanno ucciso Breonna Taylor. La’Shaunae renderebbe WeDontBelieveYou di Seshollowaterboyz l'inno nazionale, e Jordan Firstman drogherebbe il paese e vedrebbe come va, naturalmente. Possiamo reimpostare un candidato alla presidenza?

ASHNIKKO

Trucco, @ garden.pavilion



Ashnikko: Se fossi stato presidente solo per quel UN GIORNO, e poi tornasse direttamente al fascista arancione, mangerei tutti i cibi più piccanti a cui riesco a pensare, poi prenderei una merda esplosiva assolutamente disgustosa su tutta la sua scrivania. Lo seguirò abolendo la polizia e cambiando il programma di studi di storia degli Stati Uniti della scuola pubblica per riflettere la storia attuale, piuttosto che quelle stronzate imbiancate e ricoperte di caramelle che ci vengono insegnate.



Buffy la sigla del vampiro

AMINA

BROOKE CANDY

Trucco, Loftjet,Huda beautyFotografia Albert Sanchez,Pedro Zalba



Brooke Candy: Nominare Bernie Sanders come vicepresidente e Oprah come oratore della casa. Quindi sbloccherei le informazioni classificate top secret del paese e le condividerò con il pubblico (in particolare il contatto alieno / Area 51); abolire il sistema di classe e ridistribuire tutto il denaro della Federal Reserve al BIPOC e alle comunità prive di diritti civili; depenalizzare il lavoro sessuale e tutte le droghe; sradicare il sistema educativo ed eliminare tutti i debiti studenteschi; e forse, a seconda del mio umore, dosare l'approvvigionamento idrico con DMT per elevare davvero questa merda.

DRAKEO

tramite Instagram (@drakeotheruler)



Drakeo: Avrei chiesto a una task force di trovare tutte le leggi razziste, come 182.5 e le leggi sulle gang della California, quindi firmare un ordine esecutivo per riscriverle - come, ribaltare le convinzioni del mio popolo, riportare le pinte Activis, rendere l'istruzione gratuita, fornire assistenza sanitaria gratuita, chiudere giù per la prigione centrale maschile per davvero, dai a ogni famiglia discendente di schiavi uno stimolo riparatore, organizza una festa alla Casa Bianca con ballerini esotici.

DJ FREEDEM

DETOX

tramite Instagram (@theonlydetox)

Detox: Se fossi presidente per un giorno, premerei il pulsante di riavvio nella simulazione! In tutta serietà, tuttavia, essendo di minima conoscenza ed esperienza politica (non così dissimile dal nostro attuale comandante in Cheese), nominerei immediatamente una serie di individui diversi, esperti, premurosi e di mentalità progressista. Persone la cui missione non sarebbe quella di appellarsi al favore dei poteri costantemente oppressivi che sono, ma di smantellarli. Farei tutto ciò che è in mio potere per sostenere, proteggere ed elevare le comunità prive di diritti di questa nazione in modo che anche loro possano mettere gli occhi sul sogno americano e avere una possibilità di combattere per raggiungere i loro obiettivi.

che indossa una maglietta che

Ridistribuirei i finanziamenti alla polizia a livello nazionale, toglierei il potere e farei esempi di persone sporche e corrotte; Annullare le accuse di droga; Rendere impossibile agli uomini avere voce in capitolo su ciò che le donne possono o non possono fare con il proprio corpo; Istituire finanziamenti per le arti nel caso in cui un'altra catastrofe come quella a cui stiamo assistendo ora colpisca di nuovo; E, ultimo ma non meno importante, stabilirei una connessione con la vita extraterrestre ... e chiederei loro aiuto!

E Mugler per tutti.

IL PRIMO UOMO DELLA GIORDANIA

HANK WILLIS THOMAS

Hank Willis Thomas: Sembra che il sogno di un americano sia l'incubo di un altro americano. In effetti, a volte mi sveglio chiedendomi se sono intrappolato nel sogno di qualcun altro. 'America', dopo tutto, era il sogno di qualcun altro, costruito in modo da incubo sulla casa di qualcun altro, con persone di altre persone e idee sospette. Gran parte del nostro tempo qui è trascorso da solo e addormentato, sognando ad occhi aperti. Invece di svegliare i sogni, sogno di svegliarmi. Una volta che mi sono svegliato, non avrò più alcuna utilità per i sogni. Non sarò solo, sarò completamente sveglio a tutte le cose che fanno di questa vita un dono.

scena di sesso gay di james franco

HILLARY TAYMOUR, COLLINA STRADA

via Instagram (@_collina)

Hillary Taymour: Eliminerei il fracking, tutto l'uso di plastica, fermerei la dipendenza dai combustibili fossili ed eleggerei Bernie (come presidente) con AOC come vicepresidente perché non sono qualificato per essere presidente.

LOVELEO

LA'SHAUNAE

La’Shaunae indossa reggiseno Cacique × Lane Bryant, mutande Alpine Butterfly, stola di piume Adrienne Landau, copricapo Area, orecchiniJennifer BehrFotografia Joshua Woods, StylingStella Greenspan

i migliori programmi originali su amazon prime

The’Shaunae: Se fossi presidente per un giorno, tutti i miei preferiti underground si esibirebbero nella mia città. Renderei la terapia completamente gratuita e più accessibile, sia online che offline; Avrei liberato Tay-K e avrei dipinto di nero la Casa Bianca; I miei vicepresidenti sarebbero i milionari e l'inno nazionale americano sarebbe WeDontBelieveYou di Seshollowaterboyz.

LIMONI QUIL

@quillemons

Limoni Quil: Se fossi presidente per un giorno ... Tutti i caucasici in fondo. Immediatamente, subito. Onestamente, grazie. Sembra già meglio.

SHEA COULEÉ

tramite Instagram (@sheacoulee)

Shea Coulee: Se fossi presidente per la giornata, lo spenderei letteralmente ritagliando come tre trilioni di dollari nel budget da disperdere ai neri per le riparazioni. E direi, 'va bene, sto bene, abbiamo le riparazioni - 400 anni in ritardo, ma le abbiamo ottenute. Grazie CIAO!'

TEDDY

VIRGIL ABLOH

Fotografia Yu Fujiwara

Virgil Abloh: Il mio sogno americano è vedere una pura eliminazione di tutte le ingiustizie che colpiscono i neri, le persone di colore e le comunità LGTBQ +.