Podcaster hip-hop Taxstone è stato incriminato per omicidio nella sparatoria fatale di Irving Plaza

Principale Musica

Un anno dopo una sparatoria mortale a Irving Plaza, Taxstone, personaggio dei media hip-hop di Brooklyn, è accusato di omicidio. Oggi si è dichiarato non colpevole delle accuse di omicidio per la sparatoria del 33enne Ronald Banga McPhatter. L'accusa arriva un mese dopo Taxstone si è dichiarato colpevole alle accuse federali di armi illegali dopo che il suo DNA è stato trovato sulla pistola che ha sparato il colpo fatale durante il conflitto del maggio 2016 tra lui, McPhatter e il rapper di Brooklyn Troy Ave – con cui ha avuto un litigio in corso.





L'accusa di omicidio risponde alla persistente domanda del pubblico su chi sarebbe stato accusato della morte di Banga. Taxstone era assunto dal governo federale a gennaio, e Troy Ave è fuori su cauzione per possesso multiplo di armi e tentato omicidio dopo essere stato visto dalle telecamere di sorveglianza di Irving Plaza sparare con una pistola durante l'alterco.

Ad aprile, l'allora avvocato degli Stati Uniti Preet Bharara rilasciato una dichiarazione rilevando che il governo crede di avere un testimone che stabilirebbe ulteriormente che il Stagione fiscale il podcaster ha sparato il colpo che ha ucciso McPhatter. L'atto d'accusa di oggi, a seguito di una dichiarazione di colpevolezza sull'arma del delitto, ribadisce tale affermazione.





Julissa Bonita, una blogger vicina a Taxstone che per prima ha annunciato l'atto d'accusa, afferma che Troy Ave è un testimone, ma non ci sono ulteriori informazioni a sostegno di tale affermazione. Il suo post ha un linguaggio controverso, ma puoi leggerlo di seguito: